La storia di Caeb - caeb international

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

La storia di Caeb

Azienda

1983

Alle porte di Bergamo, in una posizione strategica a circa 40 km da Milano, viene fondata la società. L’obiettivo perseguito dall’azienda era il miglioramento delle condizioni di lavoro e dello stile di vita di piccoli agricoltori e allevatori, in particolare di quelli operanti in territori montuosi.


1984

Inizia la produzione dei carrelli motorizzati MINICARGO da applicare a motocoltivatori e mini-falciatrici per il trasporto senza fatica di legname, fieno e vari materiali.



1989

Viene lanciata sul mercato la mini-rotoimballatrice MOUNTAINPRESS 550. Era, ed è tuttora, la prima e unica mini-rotoimballatrice da applicare a motocoltivatori e mini-falciatrici. Grazie alle sue particolari caratteristiche, MOUNTAINPRESS 550 rendeva per la prima volta possibile la pressatura del fieno anche in aree montuose impervie, irraggiungibili con le imballatrici tradizionali.



1994

Vengono presentati i mini-fasciatori MOUNTAINSILOS: ora le balle di erba prodotte con MOUNTAINPRESS 550 possono essere fasciate per una migliore conservazione del prodotto.



1995

Viene lanciata sul mercato la mini-rotoimballatrice MOUNTAINPRESS 550TPL, trainata lateralmente da piccoli trattori. Questa mini-rotopressa riscuote sin da subito un grande successo. Ancora oggi, lavorando lateralmente rispetto al trattore, offre il vantaggio di non pressare il fieno con le ruote del trattore.



1999

Sfruttando le competenze acquisite nel campo delle mini-rotopresse, l’azienda mette a punto OMNIPRESS 800, un nuovo compattatore rotativo progettato per gestire gli scarti di produzione industriale.



2005

Viene presentata QUICKPOWER, rotoimballatrice studiata per la raccolta dei sarmenti di vite e delle potature provenienti da frutteto e uliveto.



2008

L’evoluzione di QUICKPOWER continua con l’introduzione del raccoglitore di balle BALE TRANSPORTER 8CM.



2010

Viene presentato un primo prototipo di EASYPELLET, micro-impianto per la produzione di pellet a partire dai sarmenti di vite rotoimballati con QUICKPOWER. E’ ora possibile valorizzare il contenuto energetico dei sarmenti e dei residui della potatura, che da costoso materiale di scarto diventano una potenziale risorsa da sfruttare per il riscaldamento di unità abitative private, aziende agricole, agriturismi, cantine ecc..



2013-2015

L’azienda continua lo sviluppo delle filiere per la valorizzazione energetica dei residui delle potature, aggiornando e ampliando la propria proposta con EASYSYSTEM Eco Line ad uso domestico e parallelamente automatizzando gli impianti ad uso professionale EASYSYSTEM Professional Line.



2014

Presentazione del raccoglitore di balle BALE TRANSPORTER 4CM da applicare a QUICKPOWER.


Presentazione di IRONLESS, un nuovo separatore magnetico per l’intercettazione di corpi metallici estranei in razioni unifeed da applicare ai carri miscelatori.



2016

Presentazione di EDY CHIPPER, trincia-raccoglitrice semovente a trazione idrostatica per residui di potatura da colture in filare.



2018    

Presentazione della MOUNTAINPRESS 550 TML, imballatrice motorizzata, trainata lateralmente, che può essere collegata a qualsiasi trattrice, anche non fornita di PTO (presa di forza).


Presentazione di CAEB AGROENERGY APP, applicazione preparata per supportare l’operatore nell’ambito della valorizzazione energetica dei residui delle potature agricole presenti in campo.



 
Torna ai contenuti | Torna al menu